CHI SONO

Sono nato il 23 settembre 1961 a San Lazzaro di Savena (Bologna) da padre veneto e madre spagnola, due splendidi genitori che purtroppo ho perso da giovanissimo. Avevo infatti 13 anni quando se n’è andato mio padre, e 26 quando è toccato a mia madre.

A 18 anni, dopo il diploma, scelsi di fare il sevizio militare nell’Arma dei carabinieri ed ero proprio in procinto di partire per lo stesso quando, il 2 agosto 1980, scoppio’ la bomba a Bologna. Mi trovavo nei pressi della  stazione e questo fatto mi ha talmente segnato che mi ha portato  a una ricerca quasi ossessiva su quell’attentato e mi ha indotto a scrivere  un libro: “Bomba o non bomba. Alla ricerca ossessiva della verità” ( Minerva edizioni, 2012).
Mi sono quindi laureato in scienze-politiche, indirizzo storico politico, con una tesi sulla “Nuova destra italiana” (che venne successivamente pubblicata  dalle edizioni Settimo Sigillo) il cui relatore fu il professor Carlo Galli e il correlatore il professor Piero Ignazi.

Mi sono poi  specializzato frequentando un master in marketing e commercio internazionale e e successivamente sono stato assunto  in una multinazionale come export manager, attività che ho mantenuto anche nelle altre cinque aziende per le quali ha lavorato per quasi vent’anni. Dal 2008 sono  amministratore e socio di un’azienda spagnola che si occupa di packaging.

Per ciò che concerne l’attività politica, sono entrato all’età di quattordici anni nel Fronte della Gioventù, l’organizzazione giovanile del Msi/Dn, di cui diventai presidente provinciale nel 1981 e vicepresidente nazionale nel 1989.  Fui uno dei fondatori di Alleanza Nazionale nel 1994, mi iscrissi quindi nel Pdl che però lasciai nel 2010, quando venne espulso il cofondatore dello stesso partito, Gianfranco Fini, e a quel punto aderii a Futuro e Liberta’.

All’età di soli ventitrè anni venni eletto consigliere comunale a Bologna, dove fui riconfermato per venticinque anni consecutivi, risultando tra l’altro il consigliere che ha raccolto più preferenze nel 1999 e nel 2004.
Dopo la vittoria che ha portato Giorgio Guazzaloca a diventare sindaco, nel 1999, venni nominato assessore nella sua giunta con la delega al commercio, alle attività produttive, al turismo e alle relazioni internazionali.
Nel 2001 mi candidai per la prima volta al Parlamento e venni eletto, venendo poi riconfermato nelle elezioni del 2006 e in quelle del 2008.

Ho sempre fatto parte della Commissione attività produttive della Camera dei deputati e sono  stato membro delle Commissioni d’inchiesta parlamentari “Stragi nazi-fasciste”- di cui sono stato anche il relatore – e della  “Mitrokhin”.
Sono stato poi relatore di numerosi provvedimenti importanti tra cui la Legge sullo sportello unico all’estero delle imprese, la Legge sul nucleare e quella sullo statuto delle imprese.

Non mi sono sposato, ma dal primo dicembre del 2003 sono padre di una splendida bambina: Maria Eugenia.
Mi divido tra il mio collegio di Bologna e la Spagna dove, oltre alla mia attività lavorativa, ho una casa e la famiglia materna  cui sono molto legato.
Amo leggere libri di storia e praticare sport, ho fatto paracadutismo sportivo, pallamano, calcio, pallavolo,  basket, squash e ho frequentato corsi di karatè per circa tre anni.
Da giovane suonavo il sassofono e all’età di 50 anni ho cominciato a prendere  lezioni di chitarra classica.
Parlo inglese, francese e spagnolo e, “dulcis” in fundo, sono un appassionato fumatore di sigari.

Share Button

Leave a reply